Muzaffer Sahin

//Muzaffer Sahin

Muzaffer Sahin

By |2019-01-01T16:00:36+00:00Dicembre 5th, 2018|Membro del Mese|0 Comments

Sono nato il 20 aprile 1955. Sebbene mia madre non avesse un'educazione professionale, la gente la consultava per risolvere i propri problemi. Lei li aiutava a trovare una soluzione. Ho iniziato ad avere un ruolo attivo nella risoluzione dei problemi sin dalla mia giovane età. L'onestà era il principio più importante per me.

Nei miei anni di scuola superiore, i corsi di biologia e psicologia erano i miei preferiti. Ho conseguito una laurea in psicologia e ho iniziato a lavorare. L'amore per l’apprendimento dentro di me non è mai finito. Successivamente ho acquisito una laurea specialistica in psicologia e, 14 anni dopo, ho ottenuto un dottorato in Psicologia Forense. Ho iniziato la formazione AT nel 1998. Dopo il primo esame in AT, ho completato corsi di formazione 303, ma non ho avviato il processo di certificazione. Negli anni seguenti, ho iniziato la formazione in Psicoterapia Integrativa (IP) continuando la mia formazione AT.

Ho lavorato come preside di una scuola superiore per molti anni. Dal 2005 ho iniziato a lavorare come accademico nelle Università. Mi sono reso conto che gli studenti del campo della psicologia non avevano molti libri di testo nella loro lingua madre. In quasi tutti i 25 libri riguardanti il campo dell’Apprendimento, della Clinica, della Terapia, dell’AT (3) e dell’IP (5), ho avuto non solo il ruolo di curatore, ma ho anche fatto traduzioni in alcuni di essi. Continuo a lavorare come accademico nel Dipartimento di Psicologia di un'Università.

  • So che ha coordinato la traduzione dei cinque libri di Richard Erskine in turco, cosa che ha facilitato enormemente l'apprendimento della Psicoterapia Integrativa in Turchia. Può parlarci della sua esperienza nel fare questo lavoro?

Quando io e i miei colleghi abbiamo iniziato la formazione con Richard Erskine, siamo rimasti colpiti dalla sua conoscenza delle terapie individuali all'interno del gruppo. Richard ha detto che Beyond Empathy era una risorsa molto importante per apprendere i concetti della Psicoterapia Integrativa (IP). Mi stavo occupando della traduzione di altri libri. Quando ho compreso l'importanza di Beyond Empathy nel campo dell’I.P., la mia motivazione per la traduzione di questo libro è aumentata. Prima di tutto, gli editori dovevano essere persuasi ad acquisire il copyright. Ho quindi seguito la corrispondenza e l'intero processo burocratico. Ho creato il primo team di traduzione sull’IP. Ho iniziato a lavorare sia come traduttore che come editor di traduzione. Ho organizzato tutti i processi dalla stringa del libro alla stampa della copertina. Questo libro ha dato un grande contributo al campo dell’I.P. Mentre lo leggevamo, e man mano che apprendevamo, Richard ha iniziato a condurre con noi una terapia approfondita. Man mano che imparavamo, il nostro desiderio di raggiungere i suoi nuovi libri e risorse è aumentato. Ho creato nuovi team di traduzione per gli altri 3 libri. Ho fatto un lavoro simile anche per questi libri.

Tuttavia, il libro più impegnativo è stato PATTERN RELAZIONALI, PRESENZA TERAPEUTICA. Abbiamo creato un team per la traduzione di questo libro. Il processo di traduzione ha richiesto più tempo di quanto ci aspettassimo. Richard voleva che il suo libro fosse curato anche da altre persone. Sono stati fatti alcuni studi. Ho iniziato a lavorare alla traduzione del libro nel giugno 2018 alla fine delle lezioni universitarie. Ho promesso sia ai miei amici che a Richard di pubblicare il libro a novembre. Quando ho iniziato a lavorare sodo, ho scoperto che il libro era molto tecnico e che c'erano problemi con la sua traduzione. È stato necessario rivederlo più e più volte sia in inglese che in turco. Pensavo che non sarei riuscito a finire da solo. Ho chiesto aiuto a due dei miei colleghi. Ho curato il 50% del libro e l'altra metà è stata curata dai miei colleghi. Ho rivisto anche il loro lavoro, tre volte. Poiché i miei colleghi erano abbastanza qualificati per svolgere il loro compito, le mie revisioni non hanno richiesto molto tempo. Siamo stati regolarmente in contatto con Richard durante questa fase di studio. Quando avevo quasi finito il mio lavoro, ho chiesto a Richard di includere in questo libro il suo articolo sul DOC. Ha accettato la proposta e ha adattato l'articolo sul DOC all’IP. Ho rivisto anche la sua traduzione turca. Pertanto, la versione turca di PATTERN RELAZIONALI, PRESENZA TERAPEUTICA è risultata più completa della versione inglese.

Per curare questo libro quest'anno non ho fatto le vacanze estive, ho continuato a lavorare giorno e notte per tutta l'estate. Il libro conteneva importanti informazioni di base. Ritenevo che ogni sacrificio dovesse essere fatto per questo libro che include le preziose informazioni che Richard ci ha dato, e che unisce tutte le sue esperienze. La mia ossessione ha raggiunto il culmine. Un libro così prezioso doveva essere tradotto in turco nel miglior modo possibile. Ho capito il motivo per cui Richard mi ha chiesto di far tradurre il libro anche da altre due persone. Alcune copie del libro sono state già pubblicate, ma sto ancora lavorando alla stesura. Ho imparato molto da Richard e da questi libri e continuo a imparare. Sto pensando di tradurre il sesto libro da solo.

Credo che tutti i libri di Richard e l'IP saranno molto utili a me, ai miei colleghi, a tutti i clinici, ai clienti, agli studenti che lavoreranno in questo campo, e alle altre persone che sono in contatto con loro e i loro bisogni relazionali.

  • In che modo la formazione IIPA ha cambiato il tuo lavoro di psicoterapeuta?

In psicoterapia usavo più approcci umanistici. Ho iniziato a utilizzare in maniera più ampia le informazioni che ho imparato dall’AT. Utilizzando l’IP, ho iniziato a fare una psicoterapia più approfondita con i miei clienti. Mi sono reso conto di come i bisogni relazionali e la sintonizzazione siano importanti sia per i clienti che per i terapeuti. Ho imparato che i problemi dei clienti non possono essere risolti con il processo terapeutico senza lavorare con l'altro introiettato e le transizioni intergenerazionali.

Mentre lavoro, acquisisco una nuova consapevolezza dell'IP. Ho iniziato a utilizzare le esperienze che ho appreso dagli studi e dalle terapie dei colleghi, e ora uso queste preziose informazioni con i clienti che ho in terapia.

  • Dimmi una cosa che la maggior parte della gente potrebbe non sapere di te.

Condividerò con te una storia triste della mia vita che mi ha profondamente colpito.

Mia figlia, l'essere più importante della mia vita, è deceduta 9 anni fa in Germania. Per me e per sua madre, la vita si è quasi fermata. Siamo entrati in un lungo e profondo processo di lutto. Tre anni dopo ho iniziato a frequentare i corsi di formazione con Richard. Non ero mai stato disposto a partecipare a terapie individuali. Poi, quando Richard ha manifestato nel gruppo la sua formazione nella terapia del lutto, ho condiviso le mie esperienze di dolore con Richard e i colleghi. Ho condiviso le esperienze sulle mie tre perdite: in primo luogo, la mia amata nonna quando avevo 11 anni. Non ho potuto dirle addio. Pertanto, è rimasto sempre un vuoto in me. Più oltre, quando mia madre è morta aveva 62 anni. Allora ho vissuto il dolore molto intensamente. Davanti agli occhi mi è passata tutta la mia infanzia. Ho pianto tanto. Ma con la perdita di mia figlia, ho pianto con tutto il mio corpo e tutte le mie cellule. Ho gridato sempre più forte. Non ho mai provato un tale dolore nella mia vita.

Durante quel periodo, per circa 3 anni non ho accettato clienti. Mi sono dedicato a tradurre i libri mancanti nel campo. Ho provato a sostenere i miei studenti universitari. Quattro anni dopo, ho potuto divertirmi per la prima volta con Richard e i miei amici. Uno a uno, ho iniziato ad accettare i clienti in terapia, e progressivamente ho avuto sempre più clienti. Ho iniziato a sentirmi meglio nell’accompagnare le persone nella risoluzione dei propri problemi.

 

 

 

(Michele D’Errico)

About the Author:

MD, CIIPTS, PTSTA, UKCP reg psychotherapist with a private practice in South West London

Leave A Comment